Borgo La Torre
Borgo La Torre
Borgo La Torre
Borgo La Torre
Benvenuti
Borgo La Torre

L’Agriturismo Borgo la Torre è una dimora storica in cui appare evidente la stratificazione dei suoi molti secoli di vita nel contesto rurale della montagna umbra. Lo stile dell’accoglienza, basato sui valori della cordialità e della semplicità, crea un rapporto discreto con gli ospiti che possono godere della tranquillità rigenerante di una natura intatta, sempre nuova e resa affascinante dall’avvicendarsi delle stagioni. Le splendide fioriture di orchidee selvatiche, l’intenso profumo delle ginestre, i cespugli di roselline antiche, le siepi di lavanda fanno da cornice all’Agriturismo Borgo la Torre nella stagione primaverile ed estiva. D’autunno il verde intenso dei boschi si accende dei rossi degli aceri e dei gialli delle querce per coprirsi in inverno del candore assoluto della neve.

Leggi tutto >>

Borgo la Torre è il punto di riferimento dell’Azienda Agraria Torre di Acqua Santo Stefano, che è interamente dedita alle produzioni di tipo biologico. Degustazioni di tali prodotti vengono preparati su richiesta per gli ospiti della struttura. La proprietà dispone di otto appartamenti per le diverse esigenze, da 2 a 6 posti letto. L’agriturismo è la meta ideale per chi vuole trascorrere una vacanza all’insegna del relax, del benessere e conoscere l’Umbria nel suo profilo più autentico. Da Borgo la Torre infatti è facile raggiungere le splendide città d’arte della Valle Umbra; Perugia, Assisi, Spoleto, Todi, Bevagna, Spello, Montefalco, Trevi e tutti i percorsi della Valnerina, fino alla famosa Cascata delle Marmore. Roma e Firenze sono raggiungibili con facilità anche per visite di un giorno. Un luogo dunque particolare anche per organizzare escursioni a piedi, a cavallo, in bici o per meeting di lavoro, week-end dello spirito in una full immersion nella natura, nell’arte, nella spiritualità.

Borgo La Torre

Località Acqua Santo Stefano
06034 Foligno (PG) Umbria - Italy
Tel.: +39 0742.633018
cell.: +39 3404040625
info@borgolatorre.com

La mia Casa Vacanze su HomeAway.it

Ultime dal Blog

I Primi d'Italia dal 28/09/2017 al 01/10/2017

inserito il 12/09/2017 11:06

I Primi d'Italia dal 28/09/2017 al 01/10/2017

Primi d’Italia è il primo ed unico Festival Nazionale dei Primi Piatti.

Pasta, riso, zuppe, gnocchi, polenta ma anche i prodotti agroalimentari indispensabili per la creazione di un gustoso primo, sono i protagonisti della maratona culinaria più appetitosa d’Italia.

Una manifestazione che veste a festa l’intero centro storico di Foligno, promuovendo a tutto tondo la cultura del primo piatto in tavola.

Quattro giorni all’insegna di degustazioni continuative, lezioni di cucina, dimostrazioni di grandi Chef, produzioni alimentari di qualità, ma anche momenti di spettacolo e di intrattenimento.

Un universo di degustazioni continuative e di cultura alimentare, dove tutte le vie portano al gusto.

leggi tutto >>

'LA FRANCESCANA'  23-24 settembre 2017

inserito il 12/09/2017 10:39

'LA FRANCESCANA' 23-24 settembre 2017

La Francescana
Ciclostorica dell'Umbria 23-24 settembre 2017

Se osservi l'Umbria nel particolare vedi un'altra terra.
Puoi annusare il profumo del fieno appena tagliato oppure di quelle erbe che crescono spontanee all'incrocio tra una strada sterrata ed un campo incolto; puoi assaporare i piatti gustosi, che non gli chef iperstellati ma le mamme innamorate della propria terra, preparano con tanta cura e vera dedizione; puoi ascoltare il suono felice delle campane della domenica mattina, il chiacchiericcio buono sui vicoli del borgo, il belare della pecora seguito dal chicchirichì o dallo starnazzare del pennuto sull'aia.
Se in Umbria vai lentamente e senza la frenesia di stare in sella per arrivare primo, il dono più grande che puoi riceverne è quello di Riuscire a Vedere.
La Francescana parte da Foligno ed arriva a Foligno.
Nella Piazza di Foligno nel 1206 San Francesco iniziò la sua avventura spirituale, con la vendita delle stoffe e del cavallo i cui proventi gli permisero di ricostruire la piccola chiesa di San Damiano in Assisi.
La Francescana percorre alcune delle più belle strade della Valle Umbra, inserite nel contesto meraviglioso dei colli coltivati ad olivo e vite di Sagrantino.
Si attraverseranno i territori di borghi medievali, antichi ed unici: Spello, Assisi, Cannara, Montefalco, Bevagna, Trevi, Foligno, le terre che hanno assistito al percorso spirituale di San Francesco e che ancora ricordano e recano tracce del suo passaggio.
I percorsi si articolano su strade asfaltate a basso traffico e strade sterrate particolarmente suggestive attraversando ambienti che non hanno uguali per paesaggio e vocazione. Sono previsti molti ristori.
Già da sabato 23 settembre sarà allestito il mercatino di bici e componenti d'epoca, nella piazza della Repubblica (punto di ritrovo, partenza e arrivo della manifestazione) ed è previsto un aperitivo in bici nell'antico Velodromo dei Canapè, dal 1889 agli anni '30, luogo di avvincenti sfide ciclistiche di grandi campioni del passato.


PROGRAMMA

Sabato 23 Settembre 2017
Ore 16.00 - Apertura Mostra bici d'epoca Bianchi e biciclette antiche che partecipano alla premiazione "200 anni dalla prima bicicletta"
Ore 16.00 - Apertura Mercatino bici d'epoca e ricambi
Ore 18.30 - Cena di benvenuto su prenotazione

Domenica 24 Settembre 2017
Dalle ore 9.00 - Mercatino d'epoca
Dalle ore 9.00 - Mostra Bici d'epoca Bianchi
Ore 8.30 - Partenza della Ciclostorica LA FRANCESCANA e 11° Tappa Giro d'Italia d'Epoca

 

leggi tutto >>

La Giostra della Quintana 16/17 settembre 2017

inserito il 01/09/2017 13:15

La Giostra della Quintana 16/17 settembre 2017

Uno degli appuntamenti da non perdere per chi viene in Umbria è senza dubbio la Giostra della Quintana, che si svolge a Foligno a giugno e a settembre.

Si tratta della rievocazione storica della Giostra del 10 febbraio 1613 disputata in occasione del Carnevale per risolvere il dubbio su "quale cosa sia di maggior contento a cavalier d'honore: mantenere la grazia del principe o il continuato favore di bellissima et gentilissima dama".

Per sciogliere questo dubbio si dovette ricorrere alle armi gentili e così 5 rampolli di altrettante famiglie nobili della città si sfidarono in Piazza Grande.

Amore e potere dunque che dal 1946, anno della prima Giostra moderna, fino ad oggi, si identificano nell'amore dei folignati verso le prestigiose tradizioni della propria città e nel potere di attrarre visitatori grazie alla gara avvincente del Campo de li Giochi e alla magia della grande Festa che permette alla città di riappropriarsi e di mostrare tutto il fascino dei suoi spazi barocchi.

la Giostra

La gara al Campo è esaltante e scatena l'entusiasmo di migliaia di spettatori. E' il momento della sfida tra i cavalieri dei 10 rioni, in cui è divisa Foligno, che si contendono il Palio. La Giostra della Quintana, senza tema di smentita, è la gara più avvincente e difficile che si svolga in Italia e per questo è stata definita l'Olimpiade dei Giochi di Antico Regime. Il binomio cavallo-cavaliere deve percorrere l'insidioso tracciato ad otto di 754 metri, delimitato dalle bandierine. All'intersezione delle due diagonali si trova la statua che rappresenta il Dio Marte con il braccio destro disteso. Sul gancio, sotto al pugno serrato, vengono appesi gli anelli da infilare. Tre sono le tornate con gli anelli che progressivamente rimpiccoliscono. Quelli della prima tornata sono di 8 centimetri, 6 per quelli della seconda e addirittura 5 per la terza. Vince il cavaliere che termina il percorso senza penalità e nel minor tempo possibile.

la grande festa di Foligno

Ma la Quintana non è solo gara. La sera prima della Giostra per le strade del centro cittadino si snoda il Corteo con 800 personaggi in sontuosi abiti barocchi, rigorosamente fedeli ai dettami della moda ed all'iconografia dell'epoca. Nelle due settimane che precedono la Giostra, la città si anima con l'apertura delle 10 taverne rionali dove si possono gustare i piatti tipici della gastronomia secentesca che esaltano la qualità dei prodotti tipici del territorio. L'atmosfera è coinvolgente e lo spettatore viene accompagnato in un indimenticabile viaggio a ritroso nel tempo.

le spettacolari emozioni

L'agonismo della gara, la spettacolarità dei costumi e delle scenografie e l'entusiasmo dei quintanari regalano un evento che rimane nel cuore di chi lo vive. La Quintana è diventata il perfetto testimonial dell'Umbria perché racchiude tutte le eccellenze di questo territorio: quelle culturali, storiche, enogastronomiche, architettoniche e rievocative della Regione

 

leggi tutto >>

Cotta o Cruda .. mai nuda !!

inserito il 14/08/2017 12:24

Cotta o Cruda .. mai nuda !!

Cotta o Cruda .. mai nuda !!

Ad agosto Foligno è la capitale della birra

Dalla Notte Bionda ai corsi di degustazione, con prodotti tipici da tutto il mondo.
Cotta o cruda...mai nuda.
Parliamo di birra, artigianale e ghiacciata.
Ma non solo birra, ed ecco che ... mai nuda sta ad indicare i molti e variegati accostamenti culinari con la bevanda più antica del mondo.
Eh già perché, udite udite, non è il vino la bevanda con più storia, bensì la birra. Le prime informazioni che si hanno risalgono al 3.500 a.C e sappiamo che i Faraoni ne avevano costruito, addirittura, delle fabbriche.
È dei nostri anni, però, la riscoperta di questo liquido inebriante dal colore dell'oro.
Giunta alla 7° edizione, la Rassegna internazionale della Birra artigianale, si terrà nel centro storico di Foligno da giovedì 24 a domenica 27 agosto 2017.
"Sono molte le novità di quest'anno - fa sapere Cristiana Mariani, presidente della Confesercenti Foligno e organizzatrice dell'evento - prima fra tutte la collaborazione con l'associazione Degustatori Birra, che organizzerà dei percorsi degustativi per le vie del centro con birrifici partecipanti, e dei workshop di introduzione alla storia della birra ed alle sue qualità organolettiche.

 

leggi tutto >>

AGOSTO MONTEFALCHESE E FUGA DEL BOVE 2017

inserito il 01/08/2017 13:21

AGOSTO MONTEFALCHESE E FUGA DEL BOVE 2017

Agosto Montefalchese e fuga del bove 2017

dal 2 al 19 Agosto

----------------------------------------------------

Mercoledì 2 Agosto

Ore 20.00 Piazza del Comune


Il Banchetto Rinascimentale
Nel magnifico teatro a cielo aperto della Piazza del Comune, vanno in scena i quattro Quartieri con la terza edizione del "Banchetto Rinascimentale". Antichi sapori, musiche, danze e giocolerie, condurranno i commensali nella magica atmosfera del Rinascimento, per una serata indimenticabile, preludio di antiche sfide tra storia e tradizione. In caso di maltempo la serata si svolgerà al coperto.
A cura dell' Ente Fuga del Bove e i Quartieri
Per Informazioni Tel. 347.9801272- segreteria@fugadelbove.it
www.fugadelbove.it

leggi tutto >>

IL MERCATO DELLE GAITE

inserito il 21/06/2017 12:53

IL MERCATO DELLE GAITE

Il mercato delle Gaite  trae ispirazione 

dall’antica divisione di Bevagna (PG) in quattro quartieri denominati Gaite. Su di essa si basava l’organizzazione amministrativa della città in epoca medievale.  

Lo scopo della manifestazione è quello di ricostruire, con la maggiore attinenza storica e dovizia di particolari, la vita quotidiana degli abitanti di Bevagna nel periodo compreso tra il 1250 e 1350.

A tal scopo, fin dal 1983, un gruppo di studiosi esamina accuratamente lo Statuto cinquecentesco del Comune di Bevagna da cui sono tratte le informazioni necessarie alla ricostruzione storica della vita politica, amministrativa, economica e sociale.

Per dieci giorni, alla fine di giugno, Bevagna fa un tuffo in questo remoto passato: le antiche botteghe dei mestieri medievali riaprono i loro battenti e riprendono le attività e le strade si popolano di bevanati che in abiti d’epoca vivono la quotidianità dei loro avi mangiando, lavorando, giocando proprio come loro. Oggi come allora la città si divide in quattro gaite, ma oggi ognuna rivaleggia con le altre nel tentativo di dare un interpretazione storicamente fedele del ruolo che rivestiva nel medioevo.

Lo spirito di competizione è alla base della animata manifestazione e si concretizza nella partecipazione a quattro gare: gara del mercato, gara dei mestieri gara gastronomica, gara sportiva di tiro con l’arco. Con un complesso sistema a punti, assegnati da professori esperti nei diversi campi e chiamati a giudicare l’ attinenza storica delle ricostruzioni, l’ultimo giorno della manifestazione si decreta il vincitore che riceve in dono il Palio della Vittoria. Il forte spirito di appartenenza alla propria gaita rende le competizioni molto interessanti e stimola un continuo miglioramento delle proposte delle gaite nei vari settori, con evidente vantaggio della qualità generale della manifestazione.

 

Il Mercato delle Gaite è oggi annoverato tra le più importanti manifestazioni storiche dell’umbria e fa parte della Associazione Regionale Manifestazioni Storiche

leggi tutto >>